Abilita il javascript!

benessere e inclusione

BENESSERE E INCLUSIONE

Occuparsi di benessere scolastico, creare un buon gruppo classe, equivale a gettare le basi per un ambiente più fertile per il lavoro, sia in aula che a casa: i ragazzi vanno a scuola più volentieri, stanno in classe più volentieri, studiano e si interessano alle materie con più trasporto e passione.
Dott. Silvio Oliva (Psicologo, Psicoterapeuta)

una figura stilizzata all'interno di un cuoreIl concetto di BENESSERE si lega a quello di salute che ha subito un sostanziale mutamento: da “assenza di malattia” si è passati alla definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di “salute come stato di benessere a più livelli, fisico, psicologico, culturale”. Bisogna educare alla salute, informare e formare in modo particolare i ragazzi, renderli soggetti attivi nel raggiungimento del proprio benessere personale. Il benessere di un Istituto è inoltre legato alla capacità di INCLUSIONE, intendendo con questo termine il processo attraverso il quale la scuola diventa un ambiente che risponde ai bisogni di tutti i ragazzi, in particolare di quelli con bisogni educativi speciali (BES).

Le tre macroaree di allievi con BES: scarica il pdf.

Progetti Benessere, salute e sport a.s. 2019/2020:

  • PROGETTO AFFETTIVITÀ (classi prime) Si propone di informare gli studenti sui comportamenti sessuali a rischio, sulla contraccezione e sull'accesso allo spazio per adolescenti attivati all’interno dei consultori. Tenuto dal dott. Bertolino (psicologo dello sportello di ascolto del Liceo) e S.S.D. Consultori.
  • PROGETTO CYBERBULLISMO (classi prime) Progetto previsto dal PTOF, affronta il tema della violenza attuata attraverso i social media, i blog, le chat e il web in genere sia dal punto di vista legale sia da quello affettivo e comportamentale. Tenuto dal Comandante della Compagnia di Chivasso Luca Giacolla insieme con la psicologa/psicoterapeuta dott.ssa Chiara Vercellini.
  • PROGETTO DIPENDENZE (classi seconde) Tenuto da educatori del Progetto RADAR, prevede percorsi di prevenzione dei comportamenti a rischio connessi all’uso di alcool e sostanze stupefacenti.
  • PROGETTO ALIMENTAZIONE (classi terze). Tenuto dalla dott.ssa Sciancalepore, nutrizionista dell’ASL TO4.
  • PROGETTO ICARO (classi quarte) Progetto giunto alla 20sima edizione, vede impegnata la Polizia di Stato nella più importante campagna di educazione stradale rivolta agli studenti. Ha l’obiettivo di diffondere, attraverso programmi differenziati in base alla fascia di età degli studenti, l’importanza del rispetto delle regole relative alla sicurezza stradale. Realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia - La Sapienza Università di Roma, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Moige (Movimento Italiano Genitori), la Fondazione Ania per la sicurezza stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, la Società Autostrada del Brennero S.p.a., Enel Green Power, il Gruppo autostradale ASTM-SIAS/SINA.
  • PROGETTO PREVENZIONE (classi quinte) In base al protocollo Nazionale d’intesa tra Lilt e MIUR, si propongono i progetti “Mettilo ko” sulla prevenzione dei tumori al seno e “Proteggiti dai colpi bassi” sulla prevenzione dei tumori al testicolo e prostata. Le conferenze sono tenute da medici oncologi della LILT - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.
  • CONVEGNO MEDICI SENZA FRONTIERE (classi quinte) Tenuto da esperti e da Raimonda Casari, operatore umanitario.
  • DONAZIONE ORGANI (classi quinte) Intervento a cura del dott. Raffaele Potenza del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti.
  • DONAZIONE SANGUE (classi quinte) Presso l'Avis di Chivasso; referente del progetto: prof. Guido Fontanella.

CONTATTI

Funzione strumentale Benessere, sport, salute: prof.ssa Arianna VAJ

Referente BES, DSA: prof.ssa Adele COLOMBO

Referente cyberbullismo e ASPP - Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione: prof.ssa Patrizia GIANFIGLIO

AREE TEMATICHE

INCLUSIONE

L'Istituto affronta in vario modo la tematica dell’inclusione degli allievi con disabilità, per i quali è attivo un dipartimento di docenti di sostegno specializzati che seguono i ragazzi sia in classe sia in attività laboratoriali realizzate in spazi dedicati.

PROGETTI

  • IO CREO E IO PENSO: sono due laboratori, che si tengono una volta alla settimana. Il primo è inteso a favorire lo svliuppo della motricità fine, della creatività e del lavoro di gruppo attraverso la realizzazione di semplici lavori manuali; il secondo è un laboratorio di lettura di brevi storie, tratte da libri specifici della Erikson: gli insegnanti fanno ragionare i ragazzi sul tema trattato, lo contestualizzano e propongono un questionario finale per allenare la memoria.
  • LEGO DAY: laboratorio con i mattoncini Lego per sviluppare la motricità fine, la fantasia e il rispetto dei tempi di consegna.
  • IPPOTERAPIA: laboratorio articolato in 4 incontri nel mese di maggio in collaborazione con l’Associazione “La terra dei cavalli” di Leinì. L’ippoterapia per disabili ha come scopo quello di indurre miglioramenti funzionali, psichici e motori attraverso l’attento uso dei numerosi stimoli che si realizzano nel corso dell’interazione uomo-cavallo.
SOSTEGNO PSICOLOGICO

Centro di ascolto presso l’Istituto, tenuto dal dott. Roberto Bertolino. Offre uno sportello di sostegno psicologico gratuito per allievi, genitori, personale della scuola. Le prenotazioni possono essere effettuate:

  • direttamente sul foglio affisso alla porta dello studio, collocato presso gli spogliatoi maschili vicino alla palestra;
  • contattando prof.ssa Adele Colombo.

psicologo@liceonewton.it

CYBERBULLISMO

Con l’evolversi delle tecnologie, l'espansione della comunicazione elettronica e online e la sua diffusione tra i pre-adolescenti e gli adolescenti – nativi digitali - , il bullismo ha assunto le forme subdole e pericolose del cyberbullismo che richiedono la messa a punto di nuovi e più efficaci strumenti di contrasto.

Se i bulli, infatti, commettevano atti di violenza fisica e/o psicologica tra pari in ambito prevalentemente scolastico, ora le loro imprese diventano sempre più aggressive ed inoltre la facilità di accesso a pc, smartphone, tablet consente ai cyberbulli anche di potere agire in anonimato.

Gli atti di bullismo e di cyberbullismo si configurano sempre più come l’espressione della scarsa tolleranza e della non accettazione verso chi è diverso: vittime del bullismo sono sempre più spesso adolescenti su cui gravano stereotipi che scaturiscono da pregiudizi discriminatori per etnia, per religione, per caratteristiche psico-fisiche, per genere, per orientamento sessuale, per particolari realtà familiari.

Queste condotte hanno effetti evidenti sul comportamento della vittima, quali isolamento, sentimenti depressivi e ansiosi, disturbi del sonno e del comportamento alimentare, con ricaduta negativa sul rendimento scolastico.

Per saperne di più: scarica il materiale informativo

Che cosa fa il Liceo

Il nostro Istituto non rimane indifferente al problema e, in linea con le direttive del MIUR, promuove attività di prevenzione e sensibilizzazione con il coinvolgimento di esperti in materia, rivolte agli studenti e alle loro famiglie. Tali azioni concorrono a sviluppare il senso civico delle nostre studentesse e dei nostri studenti e a far acquisire loro le competenze digitali nell’uso consapevole dei social-media.

In particolare nell’ambito delle attività del Progetto Benessere e dell’accoglienza alle classi prime, si svolgono incontri informativi con psicologi, con esperti informatici e con i rappresentanti delle Forze dell’Ordine del territorio.

A chi rivolgersi

All'interno del Liceo:

Servizi territoriali di riferimento:

  • “Ascolto Bullismo”, sportello di ascolto attivo gratuito rivolto a docenti, genitori e ragazzi, gestito dall’Associazione Arci Zeta di Chivasso in collaborazione con l’Arci di Torino e con il patrocinio del Comune di Chivasso. Il servizio è disponibile il martedì, con una cadenza quindicinale, dalle 17:00 alle 19:00 presso il Centro d’Incontro “F. Donato" di Chivasso, in via Paleologi 25.
    349.174.40.46 - 348.744.27.55
  • CORECOM Svolge funzioni di governo e controllo del sistema delle comunicazioni sul territorio regionale. Tra le varie attività, particolare attenzione è riservata alla tutela dei minori.
    Sede: piazza Solferino, 22 10121 Torino
    800.10.10.11
    www.cr.piemonte.it/web/per-il-cittadino/corecom info.corecom@cr.piemonte.it
  • POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Si occupa di accogliere tutte le segnalazioni o denunce relative a comportamenti a rischio nell’utilizzo di internet eche si configurano come reati. Sede: corso Tazzoli, 235 Torino
    011.301.46.11
    www.commissariatodips.it
    compartimento.polposta.to@pecps.poliziadistato.it

Link utili

BACK SCHOOL - POSTURA E ZAINETTO

“Back school” - la scuola della schiena: pratici ed efficaci consigli sulla postura nel banco scolastico e sul trasporto dello zainetto.

L’attività viene inserita nella settimana dell’accoglienza per tutte le classi prime e prevede due ore di intervento nell’ambito dell’informazione sulla Prevenzione e Protezione per la Sicurezza sui luoghi di lavoro, con particolare attenzione alle seguenti tematiche:

  • principali patologie che possono colpire la colonna vertebrale nel periodo della crescita;
  • studio della struttura della colonna vertebrale, come imparare a rispettarla già in età giovanile;
  • automatismi educativi preziosi che aiuteranno a prevenire le patologie vertebrali sia nel periodo della crescita sia nell’età adulta;
  • consigli pratici su comportamenti corretti sulla postura e movimentazione manuale dei carichi tra i banchi di scuola.

Per saperne di più: scarica il materiale informativo

CONSULENZE NUTRIZIONALI

La scelta alimentare scorretta e la sedentarietà rappresentano, per i giovani, fattori elevati di rischio per l'insorgenza di sovrappeso, obesità nonché forte magrezza, che possono aggravare situazioni già presenti, determinando conseguenze negative di natura psicologica in un periodo di per sé già fragile, come quello adolescenziale.

Alla famiglia spetta il difficile compito di seguire il figlio nella crescita, educandolo anche dal punto di vista nutrizionale, per renderlo un adulto consapevole della sua vita e delle sue scelte.

La scuola condivide con la famiglia questo ruolo educativo, affinché gli studenti vengano protetti da stimoli devianti e consolidino un atteggiamento alimentare corretto.

A questo scopo è attivo uno sportello, rivolto a tutti gli studenti del Liceo (previa autorizzazione dei genitori per i minorenni) e allargato ai genitori degli alunni che usufruiranno di tale servizio. Lo sportello è offerto, a titolo gratuito, due volte al mese, secondo l'orario scolastico della docente e della richiesta degli studenti. È necessaria la prenotazione in apposita bacheca all'interno dell'Istituto (presso lo studio dove riceve anche lo psicologo, in prossimità degli spogliatoi maschili) rispettando le norme vigenti sulla privacy.

Lo sportello è tenuto dalla dott.ssa Donatella TUBINO donatellatubino@libero.it

DCA - DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

I DCA sono disturbi della psiche con coinvolgimento del corpo; essi comprendono:

  • anoressia nervosa
  • bulimia nervosa
  • disturbo da alimentazione incontrollata
  • disturbi sottosoglia

A chi rivolgersi: